Ecocardiografia (ecocardiogramma)

Ecocardiografia (ecocardiogramma)

Che cos’è l’ecocardiografia?

L’ecocardiografia è una metodica con cui si studiano il cuore e il flusso del sangueattraverso le valvole per mezzo degli ultrasuoni. A differenza delle radiazioni utilizzate in radiologia, gli ultrasuoni sono innocui, per cui non è necessaria alcuna precauzionee l’esame può essere eseguito su qualunque paziente innumerevoli volte (anche nelle donne in gravidanza).

A che cosa serve l’ecocardiografia?

L’ecocardiografia permette di ottenere informazioni sulla contrattilità del cuore, sulla morfologia delle sue valvole e sul flusso del sangue nelle sue cavità, sia a riposo che dopo l’esercizio fisico o l’assunzione di un farmaco.
Esistono varie modalità di esecuzione:

  • l’ecocardiografia transtoracica,
  • l’ecocardiografia transesofagea (per via endoscopica),
  • l’ecocardiografia 3D (tridimensionale).

Quali sono le norme di preparazione?

A seconda della tipologia di esame possono essere necessarie o meno norme di preparazione.

Per informazioni sull’ecocardiografia transtoracica.
Per informazioni sull’ecocardiogramma transesofageo.
Per informazioni sull’ecocardiografia 3D.

Chi può effettuare l’ecocardiografia?

Non esistono particolari controindicazioni all’ecocardiografia: chiunque può sottoporsi all’esame.

Come funziona l’ecocardiografia?

Il paziente deve stendersi a petto nudo sul lettino dell’ecografista, che gli posizionerà degli elettrodi sul petto. In seguito l’ecografista spalmerà un apposito gel sul petto del paziente e sul trasduttore, una sonda che, appoggiata sul torace, emette gli ultrasuoni che, riflessi e rielaborati dall’apparecchiatura, permettono di visualizzare il cuore e le sue strutture. La sonda verrà spostata sul petto con una leggera pressione. Al paziente potrebbe essere chiesto di rimanere immobile o di respirare profondamente. Al termine dell’esame gli elettrodi saranno rimossi e non resterà che pulirsi dal gel rimasto sul petto. La durata complessiva dell’esame è di circa 10-15 minuti.

Trova tutte le Ecocardiografia su Grupposalute.com

Tomografia Assiale Computerizzata (TAC)

Tomografia Assiale Computerizzata (TAC)

Che cos’è la TAC?

La Tomografia Assiale Computerizzata (TAC), oggi definita semplicemente TC (Tomografia Computerizzata), é una metodica radiologica che, utilizzando radiazioni di tipo X (esattamente come quelle delle semplici radiografie), é in grado di ricostruire grazie delle sezioni del corppo anche al di sotto del millimetro, grazie all’utilizzo di programmi informatici particolari.

Per effettuare l’esame il paziente viene sdraiato su di un lettino che fa parte dell’apparecchiatura.

A cosa serve l’esame?

La TAC é una metodica di secondo livello generalmente indicata dopo l’esecuzione di esami radiografici o ecografici o in seguito a visite specialistiche.

È molto usata nella ricerca di neoplasie primitive o di localizzazioni secondarie. Trova anche un importante utilizzo nello studio del sistema nervoso centrale (soprattutto l’encefalo) e del sistema vascolare (soprattutto per lo studio delle arterie).

Oltre ai campi tradizionali di impiego (neurologico, scheletrico, traumatologico, toracico, addominale, oncologico, ginecologico, vascolare), la TAC é indicata anche per lo studio dell’apparato urinario (Uro TAC), del grosso intestino (Colon TAC virtuale), delle arterie coronarie (Cardio TAC).

È, infine, molto utilizzata anche nell’urgenza in seguito ad emorragie ed ischemie cerebrali, aneurismi toracici e addominali, embolie polmonari, traumi di vario genere.

Ricerca Tomografia Assiale Computerizzata (TAC) su Grupposalute.com

Ecocolordoppler

Ecocolordoppler

Cos’è l’Ecocolordoppler?

L’ecocolordoppler è una metodica di diagnostica per immagini assolutamente non invasiva, che permette la visualizzazione ecografica dei principali vasi sanguigni e lo studio del flusso ematico al loro interno.
Il principio di funzionamento si basa sull’ associazione in tempo reale di una immagine ecografica bidimensionale con un segnale doppler pulsato. In sostanza l’ecocolordoppler permette di vedere il movimento del sangue nei vasi, arteriosi e venosi, e di studiare quanto sangue giunge ad una struttura od organo, ad esempio ad un rene,al fegato, o alla tiroide.

Indicazione

Il Color Doppler è indicato per lo studio delle strutture vascolari. Infatti, grazie alla colorazione effettuata mediante calcolatore, si può studiare il movimento e la direzione del flusso sanguigno. Il principio si fonda sulla associazione in tempo reale di una immagine ecografica con un segnale Doppler.

Convenzionalmente, il colore rosso è attribuito alle strutture in avvicinamento della sonda, mentre il blu per quelle in allontanamento.

La metodica offre la possibilità di rilevare e monitorare nel tempo stenosi arteriose e venoseaneurismitrombosi venose profonde e insufficienza venosa cronica

Si eseguono esami doppler nei seguenti distretti:

  • tronchi sovraortici
  • arterioso arti superiori e inferiori
  • venoso arti inferiori
  • vasi addominali

Trova tutti gli esami Ecocolordoppler di Grupposalute.com

MOC – Mineralometria Ossea Computerizzata

MOC - Mineralometria Ossea Computerizzata

La MOC, ossia la Mineralometria Ossea Computerizzata, è un esame di cui ci si avvale per misurare la quantità di calcio presente nelle ossa. Serve a determinare se la mineralizzazione si è ridotta e se è già comparsa l’osteoporosi. Si rivela dunque utile soprattutto per le donne in menopausa, che sono ritenute i soggetti più a rischio di demineralizzazione ossea.

Che cos’è la Moc?

La MOC è una densitometria, indica quindi la densità in sali minerali dell’osso, fornendo un grado di osteoporosi, in quanto questa patologia è caratterizzata da una riduzione del contenuto di sali di calcio dell’osso.

Questo esame può essere effettuato in diversi modi, servendosi di ultrasuoni su ossa di piccole dimensioni (avambraccio o calcagno), la TAC (vertebre lombari) oppure apparecchiature specifiche, come quella presente in Humanitas, che si chiama DEXA (Dual Energy X-ray Absorptiometry).

La MOC non necessita di alcuna preparazione specifica e dura pochissimo, circa tre minuti: il paziente viene fatto sdraiare su un lettino dove lo strumento di emissione dei raggi X, situato sotto il materassino, è accoppiato a un braccio mobile che contiene il rilevatore dei raggi e che scorre lungo il corpo.

A cosa serve le MOC?

Obiettivo della MOC è misurare la densità minerale nelle ossa di una zona campione, ossia un’area ben delimitata dello scheletro. Queste zone sono solitamente la colonna lombare e il collo del femore, più raramente l’intero corpo. La macchina procede in modo automatico, indicando la Bone Mineral Density (BMD), ossia la densità minerale in grammi per centimetro cubo.

Tutte le disponibilità di Mineralometria Ossea Computerizzata su Grupposalute.com

Risonanza Magnetica Nucleare (RMN)

risonanza magnetica

Cos’è la Risonanza Magnetica Nucleare?

La risonanza magnetica è una metodica di diagnostica per immagini definita “non invasiva”. A differenza di molti altri tipi di metodiche radiologiche che prevedono l’esposizione del paziente a radiazioni ionizzanti (Tac, radiologia convenzionale), non utilizza Raggi X, ma campi magnetici molto intensi abbinati ad impulsi di radiofrequenze. Le forze generate da questo campo magnetico inducono delle temporanee modifiche alla disposizione dei componenti atomici del corpo che subisce il campo. A seconda della natura dei diversi atomi essi emettono diversi segnali elettromagnetici. Questi segnali sono proprio quelli che vengono captati da apposite apparecchiature e rielaborati da un computer che permette di ottenere immagini sia sul piano trasversale del corpo sia su piani orientati secondo altre angolazioni. Immagini che devono poi essere analizzate ed interpretate da un professionista in medicina nucleare.

A cosa serve?

La risonanza magnetica è una tecnica diagnostica particolarmente adatta all’esame dei tessuti molli: muscoli, sistema nervoso, legamenti organi interni, vasi sanguigni.
Fornisce anche importanti informazioni in campo traumatologico, oncologico, ortopedico e cardiologico.

Visualizza le disponibilità di Risonanza Magnetica Nucleare su Grupposalute.com

Radiografia

radiologia tradizionale e radiografia digitale

La radiografia è un esame di diagnostica per immagini che sfrutta i raggi X: queste radiazioni sono in grado di attraversare i tessuti del nostro corpo e di imprimersi su una lastra fotografica, delineando un immagine. Le strutture più dense come le ossa assorbono i raggi x più facilmente di quelle meno dense come la pelle, quindi attraverso i raggi x si ottiene quindi un’immagine in bianco e nero. Il medico radiologo interpreta tali immagini per formulare la diagnosi di numerose tipologie di malattie.

La Radiologia tradizionale comprende gli esami diagnostici che concernano tutti gli apparati: viscerale, cardiopolmonare, scheletrico e urogenitale e costituisce un valido supporto alla valutazione clinica dei pazienti. Inoltre si eseguono esami specifici come rachide in toto in ortostasi per scoliosi e polso e mano sinistra per età ossea.

Queste immagini possono essere stampate su pellicola o registrate su un Cd.

Visualizza tutti gli Esami Radiografici presenti su Grupposalute.com

Ecografia

ecografia

Cos’è l’Ecografia?

L’ecografia è una metodica di indagine diagnostica che non utilizza radiazioni ionizzanti ma si basa sull’uso degli ultrasuoni, sfruttando il principio dell’emissione di eco e della trasmissione delle onde ultrasonore.. Tale metodica viene considerata come esame di base rispetto a tecniche più complesse come TAC e risonanza magnetica.
Gli ultrasuoni utilizzati sono superiori ai 20 MHz. Queste onde sono generate da un cristallo inserito in una sonda mantenuta a diretto contatto con la pelle del paziente, con l’interposizione di un apposito gel che permette agli ultrasuoni di penetrare nel segmento anatomico esaminato. La stessa sonda è in grado di raccogliere il segnale di ritorno, che viene opportunamente elaborato da un computer e presentato su un monitor.
L’ecografia è, in ogni caso, una procedura operatore-dipendente, poiché vengono richieste particolari doti di manualità e spirito di osservazione, oltre a cultura dell’immagine ed esperienza clinica.

A cosa serve?
L’ecografia è una tipologia di esame che fornisce un supporto indispensabile per la diagnosi e terapia di numerose patologie.

I principali distretti indagabili tramite ecografia sono:

  • Apparato addominale;
  • Tiroide;
  • Mammella, a complemento della mammografia;
  • Apparato uro-genitale maschile (prostata);
  • Apparato osteo-articolare;
  • Muscoli e tendini;
  • Anca neonatale;
  • Utero-ovaie;
  • Tessuti superficiali;
  • grossi vasi addominali.

Visualizza tutte le Visite di Ecografia disponibili su Grupposalute.com

Benvenuta Ortopedia Dr. Mazzucchelli

Benvenuta Ortopedia Dr. Mazzucchelli!

Si è aggiunta al nostro portale il negozio specializzato di articoli sanitari ed ortopedici di Parma.

Presso il negozio è possibile trovare tutori ortopedici, plantari e ausili per disabili ed anziani ed il servizio di noleggio ausili (carrozzine, deambulatori, letti e montascale) e apparecchi per la riabilitazione (cemp, kinetec…).

Il negozio offre il servizio di prenotazione visite ed esami del portale grupposalute.